Viale della Vittoria 3, 57023, Marina di Cecina, Italia
+39.0586.620211
info@hoteldellacontrada.com
Prenota Ora
Il mare della Costa degli Etruschi
La Costa degli Etruschi ed il Mar del Tirreno

La costa degli Etruschi è un tratto di mare compreso tra Livorno e Piombino che raccoglie le spiagge più belle e pulite del centro Italia. In questi luoghi è nata e si è sviluppata la civiltà etrusca che ha lasciato un’impronta indelebile nel tessuto urbano e nelle opere realizzate, alcune delle quali sono arrivate fino ai giorni nostri.

Oltre agli etruschi il turista è incantato dalle coste, con la possibilità di scegliere tra le spiagge larghe e sabbiose e quelle con ciottoli e scogli, che diradano dolcemente verso il mare.

In alcuni punti ci sono le vicine pinete che possono essere sfruttate per pranzi a sacco, passeggiate a piedi e in bicicletta o solo per sentire il profumo dei pini e stare al fresco della macchia mediterranea. Storia, natura, eventi, mare e spiagge bellissime trasformano una vacanza apparentemente consueta in un periodo speciale.

MARINA DI CECINA

A partire da maggio fino a settembre inoltrato, Marina di Cecina si riempie di turisti per la maggior parte italiani, con molte presenze dal Nord Italia. In generale, molte famiglie dell’entroterra toscano che ogni anno trascorrono l’estate nella casa di villeggiatura. Negli ultimi anni la presenza di turisti stranieri sta notevolmente aumentando, ma nonostante la crescita esponenziale del turismo, Marina di Cecina rimane una località di vacanza tranquilla e rilassante.

Senza dubbio la grande tranquillità che sa donare, una tranquillità che su tela avrebbe i colori del bianco, del celeste e dell’azzurro. Ma con un po’ del verde delle palme di Viale della Vittoria, comunemente chiamata “la passeggiata”.

Le passeggiate che forse preferirete sono quelle in mezzo al mare, sulla via in cemento costruita tra gli scogli, dove fermarsi a prendere il sole, fare un bagno, passeggiare, respirare il salmastro o osservare i pescatori.

Le spiagge libere sono almeno quattro, di cui due molto ampie. Sul finire della passeggiata, in direzione di Bibbona, inizia poi la striscia denominata Andalù selvaggia e silenziosa, irresistibile soprattutto in estate per chi non ama la spiaggia affollata. La spiaggia si estende per oltre 10 chilometri parallela alla pineta che rientra nella Riserva Naturale dei Tomboli, protetta dal Corpo Forestale: un’assoluta meraviglia.